iRacing - VLN Round 7, PND si conferma

Le gare dei nostri piloti
User avatar
PND News
Site Admin
Posts: 94
Joined: Thu Sep 12, 2013 6:57 pm

iRacing - VLN Round 7, PND si conferma

Postby PND News » Thu Oct 13, 2016 12:15 am

.

Image


VLN Round 7, PND si conferma

Si è da poco concluso il settimo turno del VLN 2016, ancora una volta senza sole ma almeno la nebbia non è calata sulla Nordschleife. Come sempre lo spettacolo non è mancato nella classe più piccola, nella quale le Mazda MX5 hanno offerto un grande spettacolo con duelli, rimonte, battaglie in scia che hanno attirato l'attenzione della regia che nella diretta del gruppo uno ha per una volta privilegiato i piloti delle Miata, con il duello per il secondo posto che ha avuto il suo epilogo all'ultima scia, e dedicando ampio spazio anche alla vettura dei PND Blue con Costantini protagonista.


PND BLUE SI CONFERMA IN TOP TEN, MA CHE BATTAGLIA



Con la pista meno umida e qualche grado in più i tempi sul giro si sono abbassati di qualche secondo rispetto all'appuntamento precedente, ma già in qualifica the Doctor ha piazzato un crono di livello, grazie all'ottimo setup preparato dal compagno di scuderia Torri dei PND Red, in grado di garantire il primo gruppo senza dover attendere la definizione degli split in pregara. Nonostante il rientro di qualche pilota di altissimo livello, assente nel turno precedente per la concomitanza con la Petit Le Mans, nelle fasi iniziali Costantini ha tenuto il passo del gruppo girando molto vicino ai migliori che davanti si giocavano la leadership nella serie. Il Ring però non fa sconti a nessuno ed una toccata a muro comprometteva le prestazioni della sua MX5, pesantemente rallentata, forzando il pilota Veneziano al rientro anticipato per il fast repair.

Image
Bagarre tra Luca Costantini e Vincent L'Herbier

Al cambio pilota un problema per Ivan Ferrari costringeva Costantini a rimettersi suo malgrado in macchina per effettuare anche il secondo stint, ma ancora non era finita. Neanche il tempo di godersi la macchina rimessa a nuovo che una Z4 GT3, forzando inutilmente un doppiaggio, toglieva ai PND Blue la possibilità di girare al massimo per riagganciare il gruppo, restando invischiati in un eterno duello con il Vendaval Racing Branco che si concludeva solo con l'undercut effettuato con la seconda sosta, dopo la quale prendeva finalmente il volante Ivan il Terribile. Insolitamente nervoso il milanese rischiava il patatrac nei primi due giri del suo stint, favorendo il rientro dell'incontenibile giapponese Hashimoto, ma ritrovando nel finale la concentrazione per impedire la rimonta di L'Herbier e proteggendo l'ultimo posto nella top ten.



LA GRANDE RIMONTA DEI PND RED, SESTI IN SPLIT2

Continua la crescita del trio dei PND Red, che accedono al gruppo due in forza di una buona qualifica di Cristino e Torri, con encomio al pilota modenese per l'ottimo lavoro nella preparazione dell'auto. Viste le forze in campo il massimo risultato ottenibile era un sesto posto che regolarmente è arrivato, non senza emozioni. Nella bagarre dei primi chilometri di gara Cristino metteva una posteriore nel prato terminando tra le braccia del rail, bruciando subito il jolly del fast repair. Ripartito in P17 il driver brianzolo si metteva a macinare la pista a testa bassa, recuperando 5 posizioni prima di cedere il volante a Torri, pronto e determinato dopo aver fatto tesoro dell'esperienza di due settimane fa, al suo esordio assoluto.

Image
Torri da strada a Tschickardt, vincitore del gruppo due. A destra: Posenato in azione

Il modenese non tradiva le attese, con uno stint non velocissimo ma costante, che consentiva di recuperare la P6, grazie anche a qualche svarione degli avversari, il Ring è difficile per tutti e la regola non vale solo per PND. Toccava quindi a Posenato terminare la gara dei PND Red, con il pilota che occupava la posizione precedente in costante recupero anche se distaccato. Il veronese non si scomponeva, girando non veloce ma costante e senza sbavature, finché il forcing del diretto avversario terminava a muro, regalando un finale tranquillo al team.
Trovata la costanza, manca ora solo un pizzico di velocità per ambire al podio in gruppo due.



L'epilogo della stagione sarà tra due settimane, ancora quattro ore per chiudere il VLN 2016. I Blue sono chiamati alla conferma della top ten, mentre i Red lavoreranno per trovare più velocità e lottare per la top five nello split due. Per entrambi gli equipaggi sarà però importante restare fuori dai guai per esprimere al meglio il proprio potenziale.


Sala Stampa




Image
ImageImage

Return to “Notizie dagli autodromi”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest